La via Cassia e la via Clodia, destinate al collegamento con l'Etruria, coincidevano con il tratto iniziale della Flaminia, da cui si separavano subito dopo Ponte Milvio. Non sappiamo chi sia il Cassio da cui proviene il nome della via, ma, secondo Festo, fu questa persona a prendersi l'incarico di lastricare il tracciato. Le stesse considerazioni valgono per la via Clodia; è soltanto un'ipotesi la sua attribuzione a tre consoli, appartenuti alla gens Claudia, che si sono susseguiti nel periodo di costruzione della via, tra il III e il II sec. a. C.
In età medievale la via Cassia costituì un tratto della Via Francigena (o Romea), così denominata in quanto era la via di transito dei pellegrini provenienti dalla Francia, diretti a Roma o ai porti d'imbarco per la Terra Santa.
Il tracciato di queste due strade si snoda tra laghi vulcanici, speroni tufacei spesso incisi in profondi burroni, castagneti, vigneti ed uliveti, attraversando antichissime città abitate da popolazioni che ci hanno lasciato preziose testimonianze della loro storia.
Necropoli e città etrusche, borghi medievali, cittàfantasma, rocche e palazzi rinascimentali, fanno da cornice ad eventi culturali e
manifestazioni tradizionali di grande suggestione.
Lungo il percorso lasciatevi conquistare dai siti incantevoli che incontrerete: le affascinanti rovine di Galeria antica, avvolte dalla vegetazione, e di Monterano, in un contesto paesaggistico di notevole bellezza; i singolari ambienti naturali della Caldara di Manziana e della Valle dei Calanchi a Civita di Bagnoregio; Sutri e il suo anfiteatro scavato nel tufo; l'atmosfera medievale che ancora si respira nel quartiere di S. Pellegrino a Viterbo, ricco di fascino e mistero ...
Vi consigliamo, infine, di fare delle piacevoli soste enogastronomiche, alla scoperta dei rinomati prodotti tipici delle zone attraversate: dai salumi e formaggi, alle castagne e nocciole dei Cimini, dagli oli DOP "Canino" e "Tuscia", ai vini DOC, tra cui spiccano l'Aleatico di Gradoli e l'Est!Est!!Est!!! di Montefiascone, al pesce di lago e ai legumi, ogni prodotto è un tassello del variegato mosaico di sapori che può offrire questo territorio.
approfondimento storico del Dott. Mario Ierardi
 
MAPPA TORNA ALLA MAPPA GENERALE ATTIVITA' SCRIVICI INFORMAZIONI

Copyright © 1998/2007 - Paul Sassine - Design Development