La via Salaria ha origini molto antiche, legate alle attività di trasporto e di commercio del sale da cui deriva il nome della strada. Non era l'unico percorso la cui funzione faceva riferimento al trasporto del sale, poiché anche altre vie erano collegate a quest'attività: l'Ostiense e la Portuense.
Oggi, questo importante asse viario ci permette di attraversare un territorio ricco di bellezze naturalistiche, tradizioni, storia, arte e gastronomia.
Il vostro viaggio vi porterà alla scoperta di luoghi ricchi di fascino: l'Abbazia di Farfa, potente ed influente centro monastico del Medioevo; i maestosi castelli di Rocca Sinibalda e di Collalto Sabino; l'amenità dei
sinuosi laghi del Salto e del Turano; i silenti santuari francescani di Fonte Colombo, Greccio, La Foresta e S. Giacomo; gli scenari di straordinaria bellezza dei Monti della Laga e del Terminillo.
Vi invitiamo, quindi, a scoprire i numerosi paesi arroccati su panoramici colli, a vivere la sacralità della Valle Santa reatina, a partecipare alle caratteristiche feste tradizionali, a respirare gli incantevoli ambienti naturali, a rilassarvi nelle acque termali come gli antichi Romani.
Concedetevi anche il piacere di assaporare i prodotti tipici, dal sublime olio extravergine di oliva della Sabina, ai marroni antrodocani, ai salumi e ai formaggi locali, solo per citarne alcuni.
>>> approfondimento storico del Dott. Mario Ierardi
 
MAPPA TORNA ALLA MAPPA GENERALE ATTIVITA' SCRIVICI INFORMAZIONI

 Copyright © 1998/2007 - Paul Sassine - Design Development